Archivio mensile Agosto 2018

Diuniecampusbari

“PASS LAUREATI 2018” Voucher per i Master post lauream

La Regione Puglia, con l’edizione 2018 del progetto, “PASS LAUREATI” – Voucher per la formazione post universitaria, vuole sostenere i giovani pugliesi che, conseguita la laurea (di I o II livello o secondo le regole del vecchio ordinamento), intendono accrescere le proprie competenze, realizzando il perfezionamento professionale in un’area prescelta, attraverso la partecipazione ad un percorso di alta formazione.

In particolare, tale sostegno è assicurato attraverso l’erogazione di un voucher per la frequenza di Master post lauream in Italia!
Bando Regione Puglia:  “Pass Laureati 2018”

I MASTER DELL’UNIVERSITÀ eCAMPUS
Per entrare da professionista nel mondo del lavoro

Master universitari di 1° e 2° livello 

L’Università eCampus, in collaborazione con professionisti esperti, ha attivato master di primo e di secondo livello della durata di un anno (1.500 ore) che rilasciano 60 CFU.
I master dell’Università eCampus, pensati come completamento della formazione universitaria, permettono di acquisire competenze specifiche in un determinato settore e formano figure professionali di alto profilo.

È prevista la possibilità di partecipare ad uno stage altamente qualificante in una delle aziende scelte dall’Università.

Facoltà di Psicologia e Lettere
– Metodologie didattiche e strumenti innovativi per alunni con bisogni educativi (BES)
– Didattica meta cognitiva: motivazione e apprendimento
– Gestione e Coordinamento dell’area Socio-Sanitaria
– Corporate Counseling
– Direzione del Personale e Sviluppo Risorse Umane

Facoltà di Psicologia
– Management per il Coordinamento delle Professioni Sanitarie

– Management per la Direzione di Struttura Complessa

– Alternanza scuola-lavoro

– Il ruolo del dirigente nelle istituzioni scolastiche

– Nuova didattica per le lingue: multimediale, flipped learning e CLIL

– Didattica della lingua italiana come lingua seconda L2

Facoltà di Giurisprudenza
– Criminologia

Facoltà di Economia
– Business Administration (MBA)

Facoltà di Ingegneria
– Gestione sostenibile ed energie rinnovabili

 

Per avere maggiori informazioni sui master dell’Università eCampus
segreteria@uniecampusbari.it

Diuniecampusbari

La “Nave della Speranza” a Bari, ricordando lo sbarco della Vlora

Era il 1991 e la nave mercantile Vlora, di ritorno da Cuba con un carico di zucchero di canna, stava sbarcando nel porto di Durazzo, in Albania, quando una folla di oltre 20.000 persone la assalì e costrinse il comandante Halim Milaqi a salpare per l’Italia. Giunta a Brindisi, il viceprefetto Bruno Pezzuto, dopo essersi reso conto che sarebbe stato uno sbarco di gran lunga superiore a quelli avvenuti fino a quel momento, convinse il capitano Milaqi a dirigersi verso Bari.

Mentre nel capoluogo pugliese si cercava di prendere tempo per organizzare le misure necessarie e i centri di accoglienza, il capitano Milaqi forzò il blocco portuale, comunicando di avere feriti gravi a bordo e di non poter fare altro a causa del carico eccessivo. Così, l’8 agosto, Vlora attraccò al cosiddetto Molo Carboni di Bari, il più distante dalla città.

Durante le operazioni di attracco, furono in molti a gettarsi in mare, con la nave ancora in movimento, per cercare di raggiungere la banchina e scappare. Ventimila albanesi in cerca di speranza si riversarono in una città impreparata ad un flusso così cospicuo e inaspettato di migranti, in piena stagione turistica. I profughi vennero sistemati nello Stadio della Vittoria e al porto di Bari. Alcuni fuggirono in città, cercando riparo alla stazione, nelle chiese, nei giardini o presso qualche famiglia.

27 anni dal suo sbarco, quello della Vlora è ricordato ancora come l’episodio più significativo dell’ondata migratoria tra il 1990 e il 1992, durante la guerra dei Balcani, e rimane ancora oggi il più grosso sbarco di profughi in fuga dalla guerra mai arrivato in Italia con un’unica nave.

Proprio per celebrare e ricordare le vicissitudini della Vlora, sabato 4 agosto 2018 si è tenuta la Cerimonia di Consegna e di posa de “La nave della speranza”, scultura dell’artista albanese Ledi Shaban, donata alla città di Bari dall’associazione Noi che l’arte, presieduta da Massimo Diodati, con la sponsorizzazione dell’Università eCampus. L’artista ha progettato e realizzato la sua opera non solo per ricordare lo sbarco dei suoi connazionali, ma anche e soprattutto per omaggiare il popolo barese che in quei giorni mostrò il suo lato più umanitario e accogliente nell’aiutare le oltre 20.000 persone arrivate in città in fuga dagli orrori della guerra.

Cerimonia di presentazione della scultura la “Nave della Speranza”, dell’artista albanese Ledi Shabani.

Pubblicato da Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale su Sabato 4 agosto 2018

«Ventisette anni fa, nei porti pugliesi, arrivavano continuamente imbarcazioni cariche di albanesi disperati – ha dichiarato l’assessore Maselli – Un ottuso regime dogmatico era caduto e una grave crisi economica e politica spinse tanti a scappare. Come accade oggi a siriani, eritrei, afgani. Poi, la mattina dell’8 agosto 1991 nulla fu più come prima. La nave Vlora, presa d’assalto da 20 mila persone, attaccò nel porto di Bari e fu storia di accoglienza, battaglia istituzionale tra il sindaco Dalfino intenzionato ad accogliere e il presidente della Repubblica Cossiga, convinto a respingere. Vincemmo noi baresi, con il nostro cuore grande, con case aperte agli stranieri sconosciuti, con una gara di solidarietà e sensibilità che ci fa onore ancora oggi. Dopo 27 anni ricordiamo tutto questo con una scultura scoperta stamane e posta proprio all’ingresso del porto di Bari, città aperta».

Diuniecampusbari

Corso di laurea in SPORT AND FOOTBALL MANAGEMENT

Nuove opportunità di lavoro nello sport!

Il nuovo corso di laurea attivato dall’Università eCampus appare di grande interesse per quanti ambiscono alla direzione tecnico-operativa e gestionale di strutture e organizzazioni sportive più o meno ampie e complesse.

Gli sbocchi professionali

Il laureato in Sport and Football Management può lavorare come manager di strutture sportive, consulente e operatore in società sportive, preparatore fisico ed educatore motorio.

Una didattica molto orientata alla pratica

Il percorso di studi prevede l’affiancamento di un tutor per la preparazione degli esami, laboratori, esercitazioni, approfondimenti, workshop, attività pratiche, e opportunità di tirocinio per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro.

Vuoi saperne di più?

Per maggiori informazioni e/o iscrizioni:
uniecampusbari@gmail.com 

Diuniecampusbari

Indirizzo Artistico, Audiovisivo e dello Spettacolo: per i creativi di domani!

Un percorso di laurea completo, perfetto per chi sente dentro di sè una vena artistica e ha bisogno di un mezzo per esprimerla al meglio. Il corso di laurea in Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo, indirizzo Artistico, Audiovisivo e dello Spettacolo permette di intraprendere numerose strade professionali, sia nel mondo dello spettacolo sia come insegnante.

IL CORSO
Il corso di laurea in Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo, indirizzo Artistico, Audiovisivo e dello Spettacolo, presenta un’offerta formativa molto ricca, che focalizza l’attenzione sulle forme espressive peculiari della contemporaneità (cinema, video, media digitali), collocate all’interno di precisi contesti storico-culturali e poste in relazione a quelle tradizionali.

OBIETTIVI
I laureati in Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo, indirizzo Artistico, Audiovisivo e dello Spettacolo:
› hanno solide basi sulle procedure di produzione e sui sistemi linguistici del cinema, della televisione e delle nuove tecnologie digitali;
› hanno conoscenze di carattere storico-teoricotecnico e critico sul teatro, il cinema, la televisionee i nuovi media;
› hanno conoscenze di tipo sociologico e antropologico;
› sanno analizzare e progettare eventi culturali;
› sono in grado di gestire ed organizzare programmi nel settore teatraleaudiovisivo e multimediale.

DIDATTICA
Il corso è strutturato in modo da fornire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese.
Oltre all’insegnamento teorico, prevede infatti:
› esercitazioni e prove pratiche;
› partecipazione a seminari tenuti da esperti appartenenti al mondo delle imprese e delle professioni;
› laboratori periodici;
› acquisizione di abilità linguistiche;
› predisposizione e redazione di un elaborato finale.

Esperienze di stage in aziende private ed enti pubblici, nel campo dell’arte, dell’audiovisivo e dei media digitali completano il percorso formativo.

SBOCCHI PROFESSIONALI
I principali ambiti lavorativi nei quali i laureati in Letteratura, Arte, Musica e Spettacolo, indirizzo Artistico, Audiovisivo e dello Spettacolo, possono inserirsi sono i seguenti:
› enti pubblici e privati nel campo della comunicazione cinematograficateatraletelevisiva e multimediale;
› istituzioni che organizzano eventi, manifestazioni e spettacoli con finalità culturali
› cineteche e mediateche;
› società specializzate nel settore della pubblicità o dei linguaggi visivi.

Il corso prepara alla professione di:
› organizzatore di fiere e convegni;
› annunciatore e presentatore di radio e televisione;
› tutor, istitutore, insegnante nella formazione professionale;
› ricercatore in campo artistico e audiovisivo;
› producer radiotelevisivo, cinematografico e teatrale.

Questo percorso di laurea permette, inoltre, di proseguire gli studi, senza bisogno di CFU aggiuntivi, nel corso di laurea magistrale in Filologia Moderna e di conseguire così i crediti formativi necessari a partecipare ai concorsi e insegnare a scuola le seguenti materie: Italiano (o discipline letterarie), Latino, Storia e Geografia.

✔️ POLO STUDIO DI BARI
Viale Caduti di Nassiriya n.55 Bari
Tel.080 9187042